CHI SIAMO / 2 FIADDA TOSCANA onlus

La diffusione dell’informazione

La diffusione dell'informazione è un impegno che la F.I.A.D.D.A. ha profuso dalla data della sua costituzione, e con il supporto di esimi consulenti tecnico-scientifici si sono formalizzati i seguenti punti chiave della sua politica associativa: prevenzione sanitaria ed informazione alla popolazione sulle cause che provocano minorazioni uditive (ereditarietà, consanguineità, rubeola in gravidanza, intossicazione da farmaci o assunzione di farmaci ototossici, ecc.). depistage e diagnosi precoce nella primissima infanzia (periodo ottimale del test nella fascia delle prime vaccinazioni). protesizzazione adeguata e personalizzata a seconda del tipo e della perdita uditiva, e immediata terapia riabilitativa/educativa audiofonetica attraverso gli attuali sistemi, con interventi globali e nel rispetto della personalità e della età del soggetto, per il raggiungimento di una adeguata competenza linguistica e di una corretta produzione verbale. intervento presso la famiglia per permetterle di operare e collaborare serenamente nel contesto riabilitativo e nel progetto vita del bambino, ai fini di una reale integrazione. inserimento scolastico dall'asilo nido fino ai più alti livelli degli studi nella scuola di tutti, curando l'inserimento attraverso adeguate forme di sostegno nella classe e nel vissuto quotidiano, nella famiglia, e nel tessuto sociale per favorire una vita di relazione realmente integrata. Importante è rendere noto che la persona sorda presenta una patologia specifica della percezione uditiva, ma che mantiene inalterato lo sviluppo del suo potenziale intellettivo e la capacità di sviluppo di competenza e di produzione verbale, che gli consentirà una intercomunicazione nella società in cui vive. La legislazione attuale e le direttive dell'U.E. sono finalizzate al rispetto e alla esecuzione delle norme, mentre il nostro compito ed i nostri sforzi sono diretti a fare rispettare ed attuare quanto sul nostro territorio è possibile; certamente non in tutte le regioni oggi vi è omogeneità ma si ha la convinzione che, mediante percorsi mirati che confidiamo di poter attuare con l'aiuto di tutti, sia possibile raggiungere progressi di livello accettabile. Altro settore su cui la F.I.A.D.D.A. si trova impegnata è la promozione di attività miranti a raggiungere una soddisfacente occupazione lavorativa. A tale fine è indispensabile promuovere tutte quelle attività di qualificazione e aggiornamento, che possono offrire varie possibilità di impiego qualificato, competenza e potenzialità, svincolati dalla rigida interpretazione legata alla disabilità uditiva. Con gli Enti preposti all'inserimento lavorativo, si desidera richiamare l'attenzione delle Aziende che intendono avvalersi di personale audioleso , sulle modalità di abbattimento delle barriere della comunicazione, mediante l'ausilio di nuove tecnologie; la nostra associazione identifica in questo problema una delle politiche associative da approfondire, sia a livello nazionale che europeo, nel corso dei prossimi anni Dalla sua fondazione la F.I.A.D.D.A. ha promosso convegni nazionali ed internazionali sulle problematiche degli audiolesi ed ha partecipato a seminari sia nazionali che intereuropei al fine di contribuire alla creazione di modelli operativi atti a migliorare la qualità di vita delle persone sorde.  

L’attività scientifica

L'attività scientifica condotta dalla F.I.A.D.D.A. coadiuva allo sviluppo della ricerca nell'area genetica e clinica, con la finalità di agevolare la prevenzione e diffondere la conoscenza di questi problemi. La diffusione dell'informazione e dell'educazione dell'audioleso da parte di tutti i soci F.I.A.D.D.A., è particolarmente rivolta alla qualificazione della comunicazione ed all'attivazione delle componenti del linguaggio verbale. La comunicazione verbale è acquisita regolarmente in presenza della globalità di tutti i suoi componenti ed è inoltre determinante per una reale integrazione della persona a tutti i livelli. La conoscenza nel settore, approfondita in anni di attività e supportata da un'attenta valutazione sociologica e tecnico-scientifica, ci consente oggi di optare per la riabilitazione oralista. Infatti le attuali esperienze evidenziano ottimi risultati al raggiungimento dell'età in cui vengono inseriti sia in corsi professionali, che nella scuola superiore o alla Università.  Ciò accade soprattutto per coloro che hanno seguito un iter normale, anche se con modalità adattate alla disabilità del ragazzo. Intendiamo proporre l'uso di strumenti e didattiche visive sottotitolate, attivazione di videoteche sottotitolate, testi particolarmente adatti, ricerche, ma soprattutto insegnanti che abbiano capito come svolgere il compito loro assegnato attraverso la comunicazione. E' nostro compito lavorare ed impegnare i nostri sforzi affinchè si arrivi alle direttive relative all'integrazione scolastica e lavorativa del disabile, auspicate ed approvate dalla Comunità Europea, e riproposte al convegno di Cagliari nell'ottobre del 1990. Si ritiene di dover focalizzare, in ordine all'auspicato e pronto inserimento della persona audiolesa nel mondo del lavoro, alcuni nostri principi fondamentali: una reale e concreta formazione a tutti i livelli ed ordini scolastici; una idonea e maggiore scelta di opportunità nel campo della qualificazione professionale (non più corsi specifici in aree settoriali solo per audiolesi); una migliore e meno burocratica azione nel collocamento al lavoro che tenga conto delle reali abilità e competenze della persona e non solo unicamente e rigidamente l'handicap che rappresenta;  una incentivazione alle aziende che intendono avvalersi di personale audioleso, al fine di superare le barriere comunicazionali e strumentali  la possibilità, laddove la persona dimostri i propri meriti, di una carriera paritaria non solo dal punto di vista dell'avanzamento di diritto, ma anche per le prestazioni fornite. Una minima parte di persone sorde realizza l'integrazione, con grande sacrificio personale e delle proprie famiglie: la FIADDA è convinta che deve essere un diritto per tutti il poter usufruire di quanto la società mette a disposizione dei cittadini.
Home Accessibilita Chi siamo Pagine utili Rassegna stampa Video Biblioteca AttivitÓ Soci Contatti

E’ solo la lingua che ci fa eguali

F.I.A.D.D.A. TOSCANA  sostiene e incoraggia l'uso  del software Dragon Naturally Speaking, che pu˛ essere un modo economico per le Istituzioni di  avere eventi pubblici sottotitolati in diretta e quindi accessibili a chiunque, non solo per le persone sorde. Dragon Naturally Speaking
s
Legge quadro 104.92 Scarica il testo integrale della legge quadro sull'handicap, L.104 del 1992
La nostra campagna sottotitoli F.I.A.D.D.A. Toscana sta portando avanti una campagna sottotitoli perché vengano usati più diffusamente e soprattutto nell'ottica di uno strumento utile per tutti. Desideriamo includere fra gli utenti infatti anche le persone straniere che non conoscono bene l'italiano, le persone anziane che cominciano a sentire meno, i distratti...ed infine anche le persone sorde! Per saperne di più clicca qui.  
Indietro
Avanti
Famiglie Italiane Associate per la Difesa dei Diritti degli Audiolesi
© F.I.A.D.D.A. TOSCANA 2012 - Via delle Porte Nuove 33 - 50144 - Firenze - Tel/Fax 0553289950 - Cell. 3392497469 - email: info@fiaddatoscana.org -www.fiaddatoscana.org - Codice Fiscale 94116150486
La nostra squadra La nostra storia I nostri obiettivi Obiettivi in dettaglio Diffusione dell'informazione Inserimento lavorativo Scuola Campagna sottotitoli Movie Reading Dragon Naturally Speaking AttivitÓ scientifica Spot FIADDA 1992 Legge quadro handicap 104/92 Il nostro volantino I nostri sostenitori